Caricamento
Logo Montonale Apri menu

Eredi di una tradizione
viticola millenaria.

Scroll Down

Montunal

Lugana DOC

Montunal - Lugana DOC, Cantina Montonale

Questo Lugana nasce dalla cernita dei migliori grappoli di Turbiana e prende il nome dai nostri vigneti nei pressi del piccolo borgo di Montonale, in origine chiamato Montunal. Rappresenta l’espressione autentica del vitigno autoctono del nostro territorio, che qui si rivela in tutta la sua tipicità e personalità.

Scheda tecnica +

  • Montunal 2016
  • Vitigno: 100% Turbiana, con vendemmia manuale in cassette.
  • Vigneti di origine:vengono selezionate le uve adatte alla produzione di questo vino da tutti i vigneti aziendali nel piccolo borgo di Montonale. esposti a un’eccellente ventilazione costante che permette un’ottima maturazione dei grappoli.
  • Terreno:argilloso, calcareo e ricco di minerali.
  • Forma di allevamento:spalliera con potatura a guyot, 5/6 gemme per pianta.
  • Resa media:100 quintali per ettaro.
  • Vinificazione:i grappoli vengono selezionati e raffreddati prima della pressatura, in modo tale da preservare il più possibile i precursori aromatici. Avviene una pressatura soffice con assenza di ossigeno, per evitare l’ossidazione dei componenti nobili dell’uva. Si seleziona solo la frazione del mosto fiore, ottenuto a pressioni molto basse e delicate; viene fatto illimpidire per decantazione naturale e fermenta per circa 10 giorni in serbatoi di acciaio inox a temperatura controllata. Il vino matura almeno 6 mesi sulle fecce nobili con costanti bâtonnage (rimessa in sospensione della fecce fini). Segue poi un breve affinamento in bottiglia.
  • Aspetti organolettici:dal colore giallo paglierino intenso e brillante, al naso esprime note florali e fruttate, in cui dominano aromi di pesca bianca e scorza di limone, con accenni balsamici di timo e salvia ed intriganti sentori minerali di pietra umida che caratterizzano i Lugana più personali. In bocca svela un perfetto equilibrio tra freschezza e buona struttura, con una piacevole sapidità minerale a donargli eleganza e persistenza. L’annata 2016 mette in luce l’intrinseca dote dell’uva Turbiana nel creare vini di grande struttura e suadente morbidezza, seppur con scattante acidità.
  • Gradazione alcolica:13,5% Vol.
  • Abbinamenti:perfetto come aperitivo, si sposa a piatti di pesce al forno, alla griglia o bollito, in particolare a preparazioni con pesci lacustri, quali trota, persico e coregone. Da provare con le aringhe alla gardesana, piatto tipico della tradizione locale!

Orestilla

Lugana DOC

Orestilla - Lugana DOC, Cantina Montonale

Dalle uve dell’omonimo vigneto nasce il Lugana Orestilla, il cui nome si ispira alla scritta su una bellissima arca marmorea risalente all’età romana scoperta nel 1500 in questo luogo. Qui, su un terreno di gran talento dalla composizione unica, le nostre uve danno vita a un Lugana ricco, ampio e di grande longevità.

Scheda tecnica +

  • Orestilla 2015
  • Vitigno: 100% Turbiana, con vendemmia manuale in cassette.
  • Vigneti di origine: Orestilla, 2 ettari a sud del borgo di Montonale, con eccellente esposizione a sud e una ventilazione costante che permette un’ottima maturazione dei grappoli.
  • Terreno: argilloso, calcareo e ricco di minerali.
  • Forma di allevamento: guyot, 5/6 gemme per pianta.
  • Resa media: 90 quintali per ettaro.
  • Vinificazione: i grappoli vengono selezionati e raffreddati prima della pressatura, in modo tale da preservare il più possibile i precursori aromatici. Avviene una pressatura soffice con assenza di ossigeno, per evitare l’ossidazione dei componenti nobili dell’uva. Il mosto così ottenuto viene fatto illimpidire per decantazione naturale e fermenta per circa 10 giorni in serbatoi di acciaio inox a temperatura controllata. Il vino matura circa 8 mesi sulle fecce nobili con costanti bâtonnage (rimessa in sospensione della fecce fini) e prosegue poi l’affinamento in bottiglia per almeno 10 mesi.
  • Aspetti organolettici: dal colore giallo paglierino con decisi riflessi dorati, al naso cattura con note di agrumi dolci, ananas, uva spina e pesca gialla, a cui si affiancano intense sensazioni minerali e di erbe aromatiche ad accentuarne la complessità ed eleganza. Tutto questo ha grande conferma in bocca: il sorso è succoso e ricco di freschezza acida, note di ananas e timo che rimandano a quanto percepito al naso, spiccata sapidità minerale che accompagna il finale lungo e complesso. L’annata 2015, con un’estate molto calda e asciutta, mostra grande struttura ed è ricca di sfaccettature che la rendono di grande personalità e carattere; grazie a mineralità e vibrante acidità promette lunga capacità di evoluzione in bottiglia.
  • Gradazione alcolica: 13,5% Vol.
  • Abbinamenti: perfetto con zuppe invernali o a base di pesce, crostacei e preparazioni di pesce in umido e alla griglia.Da provare con le aolette del Garda in carpione, tipico piatto della tradizione locale!

Luce d’alba

Spumante Metodo Classico Brut

Luce d'Alba -Spumante Metodo Classico Brut, Cantina Montonale

Dalla freschezza delle argille del nostro suolo nasce questo spumante metodo classico, i cui grappoli vengono vendemmiati in anticipo e selezionati con estrema cura, per preservarne integrità e acidità che sono alla base di questo grande vino. Ottenuto dalla soffice spremitura del vitigno Turbiana in purezza, ne rappresenta la sua declinazione più esuberante ed estroversa.

Scheda tecnica +

  • Luce d’Alba 2011
  • Vitigno: 100% Turbiana, con vendemmia manuale in cassette.
  • Vigneti di origine: si selezionano tutte le uve ritenute più adatte alla produzione di questo vino dai vigneti aziendali nel piccolo borgo di Montonale, esposti a un’eccellente ventilazione costante che permette un’ottima maturazione.
  • Terreno: argilloso, calcareo e ricco di minerali.
  • Forma di allevamento: guyot, 5/6 gemme per pianta.
  • Resa media: 100 quintali per ettaro.
  • Vinificazione: i grappoli vengono raccolti in anticipo, selezionati e raffreddati prima della pressatura, così da preservare il più possibile i precursori aromatici. Si fa una pressatura soffice in assenza di ossigeno, per evitare l’ossidazione dei componenti nobili dell’acino; l’uva viene pressata intera e si seleziona solo la frazione del mosto fiore, ottenuto a pressioni molto basse e delicate. Il mosto viene fatto illimpidire per decantazione naturale e fermenta per circa 10 giorni in serbatoi di acciaio inox a temperatura controllata. Il vino matura almeno 6 mesi sulle fecce nobili con costanti bâtonnage (rimessa in sospensione delle fecce fini). Imbottigliato in primavera, inizia la rifermentazione in bottiglia alla temperatura di 12°C. Raggiunge una pressione di 6 bar e rimane nella bottiglia coricata a contatto con i lieviti per almeno 36 mesi. Terminato l’affinamento si effettua la sboccatura e riposa in bottiglia per almeno 3 mesi.
  • Aspetti organolettici: di aspetto giallo paglierino con brillanti riflessi dorati, mostra un perlage fine e persistente, che rende il vino ancor più lucente. Al naso svela ricordi di fiori bianchi, note di miele d’acacia, profumi di pesca nettarina, melone bianco, litchi, con lievi sfumature di lieviti ad arricchire il bouquet. Al palato solletica il perlage finissimo e delicato, in armonia con la freschezza invitante e la cremosità setosa a dargli struttura. Sul finale allieta la sapida mineralità, che dona ampiezza e grande pulizia gustativa. Il millesimo 2011, grazie ad una stagione calda e asciutta, esprime al meglio le note dolci del miele e della frutta tropicale, che mettono in luce il suo carattere invitante, fine e ricercato.
  • Gradazione alcolica: 12,5% Vol.
  • Abbinamenti: adatto a svariati accostamenti grazie alla sua versatilità, si sposa ad antipasti sfiziosi con crostacei e frutti di mare, a risotti e primi piatti saporiti, a secondi a base di pesce o carni bianche. Da provare con luccio in concia bresciana, tipica ricetta della tradizione locale!

Rosa di Notte

Garda Classico Chiaretto DOC

Rosa di Notte - Vino rosato, Cantina Montonale

Un Chiaretto che è frutto del lavoro di una notte, in cui questo vino prende forma: i grappoli delicatamente pigiati vengono fatti macerare a freddo per una notte intera. Nasce così Rosa di Notte, raffinato protagonista della lunga tradizione di vini rosati del lago di Garda, fragrante e delicato, ma che sa sorprendere per la sua versatilità ed eleganza.

Scheda tecnica +

  • Rosa di Notte 2016
  • Vitigno: Groppello, Marzemino, Barbera, Sangiovese, con vendemmia manuale in cassette.
  • Vigneti di origine: La Madonnina, 3.5 ettari con buona esposizione a sud ed eccellente ventilazione; è il vigneto più vicino alle sponde del lago di Garda, intercetta maggiormente i venti da nord ed è sempre ben ventilato anche d’estate.
  • Terreno: argilloso, calcareo e ricco di minerali.
  • Forma di allevamento: guyot, 5/6 gemme per pianta.
  • Resa media: 100 quintali per ettaro.
  • Vinificazione: i grappoli vengono selezionati e raffreddati, quindi pigia-diraspati e sottoposti a una macerazione a freddo in contenitori di acciaio inox per una notte intera, in cui viene costantemente monitorato il colore. Il mosto viene estratto grazie alla vinificazione cosiddetta “a lacrima”, cioè con l’utilizzo del puro mosto fiore attraverso lo sgrondo statico prima della fermentazione: si ottiene così in modo naturale il cuore dell’acino senza sottoporlo a pressatura. Il mosto viene fatto illimpidire per decantazione naturale e ed inizia la fermentazione, che dura circa 10 giorni in serbatoi di acciaio inox a temperatura controllata. Il vino matura per almeno 6 mesi sulle fecce nobili con costanti bâtonnage (rimessa in sospensione della fecce fini).
  • Aspetti organolettici: di aspetto rosa brillante e con lievi riflessi ramati, al naso presenta un ventaglio di sfumature floreali e fruttate, in cui spiccano sensazioni forti di rosa, fragola e ricordi di melograno. Al gusto è setoso, vellutato, per poi farsi più vibrante, ravvivato da note di freschezza al lampone e intrigante mineralità sapida che emerge nel finale. L’annata 2016, grazie a un’estate calda, ha sviluppato maggiore rotondità, pur conservando un’acidità dinamica e un’accattivante nota minerale al palato.
  • Gradazione alcolica:13% Vol.
  • Abbinamenti: assai versatile, è perfetto con gustosi prodotti ittici e carni bianche, fritture di pesce e di verdure, salumi delicati e insalate sfiziose, pizza napoletana. Da provare con le sarde fritte del Garda alla bresciana, piatto tipico locale!

La Venga

Benaco Bresciano IGT Rosso

La Venga - Garda Classico Chiaretto DOC, Cantina Montonale

Dalle uve Marzemino e Barbera coltivate sulla sponda meridionale del Lago di Garda nasce La Venga, il cui nome rimanda all’omonimo vigneto che, grazie ai suoi terreni più freschi e argillosi, conferisce a questo vino spiccata acidità, bevibilità, piacevolezza, in armonia con una vibrante personalità.

Scheda tecnica +

  • La Venga 2015
  • Vitigno: 60% Marzemino, 40% Barbera, con vendemmia manuale in cassette.
  • Vigneti di origine: La Venga, situato nei pressi del borgo di Montonale, con buona esposizione ed eccellente ventilazione.
  • Terreno: argilloso, calcareo e ricco di minerali
  • Forma di allevamento: spalliera con potatura a guyot, 5/6 gemme per pianta.
  • Resa media: 100 quintali per ettaro.
  • Vinificazione: i grappoli vengono selezionati e vendemmiati a mano, quindi vengono pigia-diraspati ed inizia la fermentazione a temperatura controllata per circa 10 giorni. Successivamente, si procede con la svinatura (separazione del vino dalle vinacce) e il vino viene lasciato a maturare in serbatoi di acciaio inox per circa 8 mesi; segue poi un affinamento di almeno 6-8 mesi in bottiglia.
  • Aspetti organolettici: dal colore rosso rubino con sfumature porpora, al naso regala profumo di frutta rossa croccante, in cui spiccano ciliegia e prugna, con eleganti accenni di rosa appassita a renderlo ancor più intrigante. Al palato è gradevolmente snello, retto da piacevole freschezza e ben calibrato calore alcolico, rimanda al frutto succoso e croccante, rivelando un finale fresco e persistente. L’annata 2015 mostra qui tutta l’intensità aromatica del frutto, a cui si affianca una finissima trama tannica e una calibrata polpa, per un sorso accattivante, immediato, che invita al riassaggio.
  • Gradazione alcolica: 13% Vol.
  • Abbinamenti: svetta con pasta con sughi di carne, lasagne al ragù, tagliata di manzo, salumi pregiati e formaggi di media stagionatura. Da provare con le lumache alla bresciana, tipico piatto locale!

La Conta

La Conta - Cantina Montonale

Il vigneto La Conta è il primo possedimento storico dell’azienda, dove il bisnonno Francesco Girelli ha iniziato a coltivare Cabernet Sauvignon e Merlot agli inizi del ‘900. Esposizione e composizione del terreno lo rendono adatto alla produzione di vini rossi di grande struttura e longevità. Da qui, l’intento di produrre un vino che rappresenti la massima espressione dei due vitigni nel suolo morenico di questo straordinario vigneto: così nasce La Conta.

Scheda tecnica +

  • La Conta 2013
  • Vitigno: 70% Cabernet Sauvignon, 30% Merlot, con vendemmia manuale in cassette.
  • Vigneti di origine: La Conta, 2.5 ettari, eccellente esposizione a sud.
  • Terreno: morenico con presenza di ciottoli conferenti capacità drenante e di sassi che permettono l’accumularsi di calore, favorendo così la maturazione dell’uva.
  • Forma di allevamento: guyot, 5/6 gemme per pianta.
  • Resa media: 40-50 quintali per ettaro.
  • Vinificazione: le due varietà hanno diverse epoche di maturazione: il Merlot viene raccolto nella terza settimana di settembre e messo ad appassire per circa 30 giorni fino alla vendemmia del Cabernet Sauvignon a fine ottobre. Si fa una cernita molto rigorosa delle uve in pianta, che vengono poi raffreddate fino alla pigiatura. I grappoli di Cabernet Sauvignon e Merlot vengono pigia-diraspati insieme, segue una fermentazione lunga a temperatura controllata che dura circa 12 giorni, con rimontaggi frequenti e délestage giornalieri. Avviene poi la svinatura e si utilizza soltanto la frazione di vino così ottenuta, evitando metodi di torchiatura per preservare la massima qualità.
  • Affinamento: la fermentazione malolattica viene svolta in botte, segue un affinamento di almeno 12 mesi in tonneaux di rovere francese da 500 l e un periodo di circa 18mesi in bottiglia.
  • Aspetti organolettici: dal colore rosso rubino con lievi riflessi granati, ha naso suadente e intenso, con un ricco ventaglio olfattivo: sentori di frutta matura, amarena, frutti di bosco in confettura, note speziate di pepe nero e noce moscata, un lieve accenno balsamico. Al palato si avverte grande struttura, arricchita da tannini setosi e avvolgenti, splendido equilibrio tra acidità e calore alcolico e un ritorno speziato ad impreziosire il finale. L’annata 2013, grazie a un’estate più fresca, mette in luce una freschezza vivace che ben bilancia il corpo, donando al vino grande personalità e carattere.
  • Gradazione alcolica: 14,5% Vol.
  • Abbinamenti: ideale per carni arrosto, stufate e allo spiedo, brasati al vino rosso, pollame nobile e selvaggina, formaggi di lunga stagionatura. Da provare con gli “osei scapè”, ricetta tipica della tradizione locale!

Azienda Agricola Montonale

L'azienda agricola Montonale è situata a ridosso del piccolo Borgo di Montonale, nell'entroterra di Desenzano del Garda. Produciamo vini che sono volto di un territorio, incastonato tra il Lago di Garda e le Colline Moreniche.

La nostra azienda affonda le proprie radici nella tradizione contadina di fine '800 per affacciarsi alle soglie del terzo millennio con l'intenzione di essere al tempo stesso testimone rigoroso del passato e promotrice di una futura ecosostenibilità della produzione vinicola.

La nostra mission è di puntare sulla qualità dei prodotti, nel massimo rispetto dell'ambiente, del territorio e della tradizione che negli anni ha saputo trasformare il Lugana, già cantato da Catullo, in uno dei vini più prestigiosi del panorama nazionale.

Fratelli Girelli
Roberto Girelli

Quattro generazioni di viticoltori con un solo obiettivo: la qualità

Il territorio

La nostra Azienda fa parte della zona di produzione del Lugana Doc, la quale è situata nella zona meridionale del lago di Garda comprendendo i comuni di Desenzano del Garda, Sirmione, Pozzolengo e Lonato nella parte lombarda e Peschiera del Garda in quella veneta. I terreni di questo areale sono prevalentemente formati da argille stratificate di origine morenica e natura sedimentaria.

Nel territorio di Montonale la particolare combinazione di diverse argille calcaree, ricche di sali minerali permette di avere un terreno unico per la coltivazione della vite Turbiana, ottenendo vini con spiccata mineralità, buona acidità e un bouquet aromatico intenso e complesso.

Lago di Garda

Lavoriamo nel rispetto della natura, i nostri vini sono la sua ricompensa

federico Girelli